100 idee per cambiare Bologna Reviewed by Momizat on . Comune di Bologna, Università e Aster presentano 100 progetti per cambiare la città sulla base delle più avanzate esperienze europee in un’ottica di valorizzazi Comune di Bologna, Università e Aster presentano 100 progetti per cambiare la città sulla base delle più avanzate esperienze europee in un’ottica di valorizzazi Rating:
You Are Here: Home » smartcity » 100 idee per cambiare Bologna

100 idee per cambiare Bologna

Comune di Bologna, Università e Aster presentano 100 progetti per cambiare la città sulla base delle più avanzate esperienze europee in un’ottica di valorizzazione delle conoscenze e innovazione tecnologica, per una svolta verde dell’economia e degli stili di vita.

Attraverso un percorso di 23 eventi tra presentazioni e workshop, dal 29 al 31 ottobre, Bologna sarà protagonista con un proprio spazio espositivo all’interno della Fiera Smart City Exhibition (BolognaFiere).

La compagine sarà rappresentata dalla piattaforma “Bologna Smart City” nata dal Protocollo d’intesa firmato da Sindaco, Rettore e dal Presidente di Aster nel luglio scorso.

I progetti che saranno presentati in occasione di Smart City Exhibition sono stati selezionati attraverso una call a cui hanno partecipato più di 52 soggetti pubblici, privati e società civile.

Si parlerà di orti urbani e del Piano dell’energia sostenibile del Comune, di pali intelligenti per l’infomobilità e il controllo energetico, di smart grid per lo sfruttamento di risorse energetiche da fonte rinnovabile, di infrastrutture strategiche tra mobilità, sanità, di uso dei social media in caso di emergenza e di inclusione digitale, di imprese creative sulla la via Emilia, di uso dei dati pubblici per lo sviluppo di cittadinanza, di marketing urbano, di servizi collaborativi e del futuro della rete civica bolognese.

Il programma sarà concluso da un incontro tra il Sindaco Virginio Merola e un panel di start up bolognesi.

Bologna Smart City è progetto di Comune di Bologna, Alma Mater Studiorum-Università di Bologna e Aster in partnership con Enel, Aeroporto di Bologna, HERA, Engineering, Interporto di Bologna, Cisco, Tper, Acantho, CAAB, Cofely, ATC, Laboratori Guglielmo Marconi.

Scarica il programma completo (PDF), leggibile attraveso un percorso multicolore:

Smarties verdi: costruttori di sostenibilità urbana

Smarties gialli: spazi, connessioni e “nuovi cittadini”

Smarties blu: infrastrutture, talenti e imprese

 

Programma

Visita del Sindaco presso lo stand

29 Ottobre

10:30-11.30 L’invasione degli orti a Bologna

Orti comunitari sui tetti di via Gandusio: il progetto realizzato da Biodivercity e organizzato dal Comune di Bologna, col sostegno della Regione Emilia-Romagna e di Acer, in collaborazione con Horticity e l’Università di Bologna ha consentito di installare i primi orti idroponici sui tetti di immobili di edilizia residenziale pubblica.
Gramignamap.it: l’invasione degli orti a Bologna: crowdmapping, relazioni sociali e spazi comuni ritrovati. Ad un anno dalla nascita, Gramigna è più di un progetto di mappatura degli orti in città: un contenitore di bisogni e un generatore di idee.

11.30-13.00 Il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile del Comune di Bologna

Il nuovo Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile di Bologna nasce come strumento di cooperazione che lega i diversi attori che operano per la rigenerazione del territorio in un impegno di riqualificazione dif fusa volta a ridurre i consumi energetici e migliorare l’efficienza della città. Ne parlano alcuni dei protagonisti:

  • Mauro Bigi, Indica
  • Nicoletta Tranquillo, Unipol
  • Luca Fresi, Cofely
  • Carlotta Ranieri, CNA Bologna
  • William Brunelli, Unindustria Bologna
  • Giovanni Fini, Comune di Bologna
  • Francesco Evangelisti, Comune di Bologna
    Sarà presente
  • Patrizia Gabellini, Assessore Urbanistica, Ambiente, Qualità Urbana e Città Storica, Comune di Bologna

13:00-13:30 Policy Making Life Cycle: l’ICT per la pianificazione

Presentazione dei primi risultati di ePOLICY, progetto Europeo 7°PQ dell’Università di Bologna, che coinvolge la Regione Emilia-Romagna, ASTER, l’Università di Ferrara e altri partner stranieri. Obiettivo: definire un sistema di supporto decisionale per le diverse fasi di pianificazione, valutazione degli impatti ambientale e strumenti di implementazione, che coinvolga cittadini e stakeholders, fornendo loro un facile accesso a dati, impatti e scelte politiche.

  • Michela Milano, DISI, Università di Bologna
  • Sabrina Franceschini, Servizio Comunicazione, Educazione alla Sostenibilità e Strumenti di partecipazone, Regione Emilia-Romagna

13.30-14.00 Rete wireless di pali intelligenti: i servizi di infomobilità e controllo energetico per la smart city

Nel corso del workshop, verranno approfondite alcune delle soluzioni tecnologiche sviluppate dal Centro di Ricerca WiLab (UniBo e CNR) in collaborazione con la Fondazione AlmaMater. Le soluzioni, basate su reti di TLC modulari e riconfigurabili con centro di controllo, sono rivolte ad una migliore gestione energetica urbana (accensione, spegnimento, dimmerazione singolo punto luce, gestione diagnostica lampade, misura dei consumi), oltre che alla fornitura di servizi come la video sorveglianza, la raccolta dati per le utenze di luce e gas, i servizi RFID per il turista, le chiamate d’emergenza, la radiodiffusione, il pagamento parcheggi. Durante il workshop verrà inoltre presentato il Test bed a chiusura del Progetto Pegasus – Industria 2015.

  • Oreste Andrisano, Wilab (Wireless Communication Lab) – Alma Mater Studiorum Università di Bologna, IEIIT-CNR
  • Barbara Masini, Wilab – Alma Mater Studiorum Università di Bologna, IEIIT-CNR
  • Paolo Toppan, Wilab – Alma Mater Studiorum Università di Bologna, IEIIT-CNR

14.00-15.00 GAIA: la forestazione urbana a Bologna

Presentazione del progetto GAIA e del toolkit per le aziende che permette di calcolare quanta CO2 viene emessa e quanti alberi occorre piantare a Bologna per compensare tali emissioni.

  • Interventi dei partner del progetto GAIA
  • Coordina Roberto Diolaiti, Direttore Settore Ambiente ed Energia, Comune di Bologna

15.00-16.00 Nuovi servizi per i cittadini

Presentazione dei progetti di ATC e di Cisco.

  • Coordina Giovanni Fini, Responsabile Smart City, Comune di Bologna

16.00-17.00 Proposte progettuali per l’abitare smart & social

  • Francesco Paolo Ausiello, Direttore tecnico Rete Alta Tecnologia Aster, presenta il progetto di riconversione di blocchi abitativi obsoleti in edifici di Classe A con l’inserimento di infrastrutture smart per la comunicazione e i trasporti.
  • Luca Biancucci, OltreNetwork la rete di professionisti che opera su immobili destinati alla fascia di popolazione che non ha diritto ad alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica ma al tempo stesso non riesce ad accedere al libero mercato.
  • S. Giordano, AIRIS srl, società che si occupa di ingegneria ambientale, attiva all’interno dell’associazione GBC Italia per lo sviluppo dell’edilizia sostenibile mediante protocollo LEED.
  • Sarà presente Riccardo Malagoli, Assessore con delega Politiche Abitative, Comune di Bologna

17:00-18:00 3D Open Bologna: workshop promosso dal Cineca

A partire dal progetto “3D Open Bologna“, sviluppato da Comune di Bologna e Cineca, per la condivisione di modelli 3D dedicati a Bologna e alla sua storia per un riutilizzo creativo, il workshop prevede esempi su come scaricare i modelli per utilizzarli in alcune possibili applicazioni informatiche.

  • Antonella Guidazzoli – Degree in Electronic Engineering and in Contemporary History, is head of the visualisation laboratory at CINECA.
  • Daniele De Luca – Degree in Computer Science, works at Cineca as a Blender artist and 3D modeller.Maria
  • Chiara Liguori – Degree in Political Sciences and in Contemporary History, PhD in History and Computing

 

30 Ottobre

9:30-11:00 Bologna competitiva: le scelte e le infrastrutture Smart strategiche

Dalla Banda Ultralarga alle Smart Grid, Bologna si trova alle prese con scelte infrastrutturali fondamentali alla luce del percorso del Piano Strategico Metropolitano.
Un confronto in chiave Smart tra i rappresentanti delle società che gestiscono i principali asset del territorio.

  • Carlo Alberto Nucci, Università di Bologna
  • Roberto Vancini, Direttore Generale Acantho
  • Alessandro Ricci, Presidente Interporto
  • Giuseppina Gualtieri, Presidente TPER
  • Duccio Campagnoli, Presidente di BolognaFiere
  • Luca Mantecchini, Consigliere d’Amministrazione Aeroporto
  • Alessandro Bonfiglioli, Direttore Generale CAAB
  • Roberto Gasparetto, Dirigente Hera S.p.A
    Sarà presente
  • Matteo Lepore, Assessore con delega progetto Smart city e Agenda Digitale, Comune

11:00-12:00 Tra presente e futuro: educazione e cultura a Bologna in ottica smart

Presentazione dei progetti del Dipartimento Cultura e Scuola del Comune di Bologna.

  • Claudio Musso e Fabiola Naldi, curatori del progetto Frontier La linea dello stile: una rete istituzionale per la valorizzazione della Street Art e il rilancio delle periferie
  • Virginia Gentilini, Biblioteca Salaborsa, Medialibraryonline: la biblioteca digitale metropolitana di Bologna
  • Roberto Martorelli, Istituzione Musei Civici: il futuro del nostro passato, applicazioni multimediali e di realtà virtuale dedicate alla memoria bolognese
  • Grazia Russo, Settore Istruzione, UI Rete Scolastica: scuole sulla MAN, il punto della situazione
  • Enrico Torelli, Settore Città Digitale e Tecnologie Informatiche, UI Tecnologie
  • Sarà presente Alberto Ronchi, Assessore Cultura, Politiche Giovanili e Rapporti con l’Università

12.00-13.00 Nativi Digitali: i prossimi abitanti della Smart City

Workshop di Voli Group “Verso gli Stati Generali per i Nativi Digitali” aperto a insegnanti, educatori, dirigenti scolastici, pedagogisti, architetti, urbanisti, editori, professionisti media digitali.

  • Federica Zanetti, Università di Bologna
  • Francesca Sanzo, Blogger e Mamma Digitale
  • Giulio Blasi, Media Library On Line
  • Luca Grandi, Centro Ricerche Anastasis
  • Anna Zuccheri, Voli Group
  • Valeria Braidi, Itis Belluzzi
  • Coordina Piero Ingrosso, Voli Group
  • Sarà presente Marilena Pillati, Assessore con delega Scuola e Formazione

13.00-14.00 Il fattore Twitter per la PA in situazioni d’emergenza

La gestione dell’emergenza legata al terremoto è un esempio delle potenzialità: il tweet che invitava i cittadini a non usare le linee telefoniche, che ha avuto più di 1700 retweet, indica un possibile ruolo della Pubblica Amministrazione bolognese in un ecosistema che, durante le ingenti nevicate di febbraio 2012, ha usato 3000 volte la tag #boneve.

  • Nicoletta Levi, Comune Reggio Emilia
  • Gloria Piaggio, Comune di Genova
  • Alessia Torichi, Comune di Monza
  • Alberto Franchini, per Facciamo Adesso
  • Elena Codeluppi, per Terra Ferma Emilia
  • Clio Dosi, per Hackathon Terremoto
  • Coordina Luca Zanelli, Settore Comunicazione Comune di Bologna

14:00-15:30 Bologna Open Data: ricerca e sviluppo della cittadinanza

Workshop su casi e buone pratiche a confronto a partire dall’esperienza e dalle progettualità dei dati del Comune di Bologna.

  • Beatrice Costa, Coordinatrice dello Sviluppo Territoriale per ActionAid Italia: Open Data e cittadinanza digitale Data Cong: liberare i dati imprigionati nella giungla della burocrazia, persi nei tunnel dell’indifferenzaEngeenering: presentazione Open Data Index realizzato in collaborazione con Comune di Bologna
  • Coordina Pina Civitella, responsabile Sviluppo Sistemi Informativi del Comune di Bologna
  • Sarà presente Silvia Giannini, ViceSindaco e Assessore con delega al Bilancio del Comune di Bologna

15:30-16:30 Il distretto bolognese per il marketing urbano

Un confronto aperto tra responsabili uffici stampa e social media team del distretto bolognese

  • Anna Rita Benassi, Responsabile Comunicazione Esterna e Ufficio Stampa Aeroporto di Bologna
  • Nicholas Montemaggi, coordinatore BlogVille APT Emilia Romagna
  • Paolo Mezzetti, Comunicazione Esterna Tper SpA
  • Luca Zanelli, Settore Comunicazione Comune di Bologna
  • Francesco Tosi, Ufficio Stampa e Comunicazione Genus Bononiae, Musei nella Città
  • Giovanna Cosenza, Università di Bologna
  • Coordina Michele D’Alena, Settore Comunicazione Comune di Bologna

16:30-18:00 L’incredibile strada delle Industrie creative

Politiche e casi a confronto per costruire la via Emilia-Creativa

  • Parteciperanno 3 aziende creative da Modena, Reggio Emilia e Bologna: Saidmade, TIWI e Youtool, Daniele Sitta, Assessore alle Politiche Economiche e Lavoro, Centro Storico e Società partecipate Mauro Bonaretti, DG Comune di Reggio Emilia
  • Giorgia Boldrini, Dip. Economia e Promozione della Città Comune di Bologna
  • Marina Silverii, Responsabile Servizi per la valorizzazione della ricerca ASTER

 

31 Ottobre

9.30-10.30 Smart student & smart business: ricerca e formazione per le reti d’impresa

L’obiettivo dell’incontro, proposto dall’Università di Bologna, è di favorire lo scambio di idee, prospettive, progetti ed esigenze tra il mondo accademico e quello imprenditoriale con un duplice fine: costruire percorsi formativi nell’area delle scienze sociali appetibili per le imprese e raccontare alle aziende in cerca di “innova- zione” il valore aggiunto dato dai laureati “smart” nelle discipline sociali e umane.

  • Pina Lalli, Vice-Direttore Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali, Università di Bologna
  • Elena Gardenghi, laureata in Scienze Politiche indirizzo Internazionale, Polo di Forlì, Università di Bologna
  • Massimo di Menna, Professore a contratto dell’Università di Bologna, socio di Gruppo Ingegneria Gestionale
  • Coordina Roberto Grandi, Professore di Comunicazione Pubblica, Università di Bologna

10.30-11.30 Crowdfunding per la Pubblica Amministrazione

  • Eppela, Ginger e Comune di Bologna a confronto su opportunità e criticità nell’utilizzo delper sostenere progetti della PA e più in generale progetti di utilità sociale.
  • Donato Di Memmo, Affari Istituzionali, Sussidiarietà e Rapporti con l’Associazionismo Comune di Bologna
  • Chiara Spinelli, Eppela
  • Virginia Carolfi, GINGER
  • Coordina Michele d’Alena, Settore Comunicazione Comune di Bologna

11.30-12.30 Smart women per la diffusione della cultura digitale in Italia

Smart Women é un road show che attraversa l’Italia e porta la cultura digitale da Bologna fino in Calabria. Smart women? Perché donne? Perché in Italia si parla molto di digitale, ma le donne sono spesso escluse dal dibattito. A cura di Girl Geek Dinners.

  • Lisa Ziri, Start-upper and funder Nemoris
  • Leda Guidi, Dirigente Settore Comunicazione Comune di Bologna, giornalista, esperta di ICT&PA
  • Linda Serra, Presisdente and funder GGDBologna
  • Matilde Ferraro, Antropologa e ITC Project manager
  • Francesca Sanzo, Blogger & founder Ufficio in Casa.it
  • Giusy Aloe, Web Marketing Manager e founder Gramigna.it

12.30-13.30 ICT per la Smart city: mobilità, sanità, sistemi pervasivi

Durante il workshop saranno presentate attività di ricerca di eccellenza e progetti nei quali è coinvolto il Dipartimento di Informatica Scienze e Ingegneria dell’Università di Bologna: per immaginare come sarà la smart city di domani.

  • ARTEMIS: Internet of Energy for Electric Mobility
  • CHIRON: eHealth and remote assistence
    Smart health applications by smart students
  • SAPERE: Self-aware Pervasive Service Ecosystems
    Smart Catcher: A location-aware application for smart cities Social and Mobile Computing for Smarter Cities

13.30-14.30 Il sottosuolo come strumento di buongoverno della smart city

Raggiungere un elevato livello di conoscenza rispetto alle reti tecnologiche è un importante elemento nel governo del territorio e diverse esperienze di livello internazionale hanno dimostrato un notevole impatto nella riduzione del rischio di danneggiamenti accidentali delle infrastrutture, nell’incremento del livello di sicurezza per la cittadinanza, nella riduzione dei costi di realizzazione, manutenzione ed estensione di reti tecnologiche. L’intervento discuterà questi temi e descriverà le caratteristiche dei nuovi sistemi per la realizzazione di catasti del sottosuolo.

  • Davide Fraulini, Laboratori Guglielmo Marconi Spa
  • Gianluca Mazzini, Lepida Spa

14.30-15:30 Urban Center Bologna: esperienze di collaborazione per la riqualificazione della città in chiave Smart

Workshop a cura di Urban Center dedicato agli interventi realizzati dal Comune di Bologna e da altri soggetti che collaborano alla riqualificazione della città, in particolare nella sua parte storica, in chiave smart.
Andrea Colombo, Assessore alla mobilità e Trasporti del Comune di Bologna, discuterà delle misure relative a una mobilità innovativa e sostenibile con partico- lare attenzione al tema dell’elettrico e alla riqualificazione del centro storico in chiave smart, assieme ai rappresentanti di alcune associazioni, come Architetti di Strada, impegnati in progetti e realizzazioni sostenibili in termini economici, ecologici e sociali, Associazione Centotrecento, impegnata sulla concezione e l’uso di spazi condivisi come luoghi dell’integrazione e della ricchezza sociale e Garbo, Associazione di giovani architetti di Bologna che condividono progetti e idee innovative. È stato invitato anche Mario Nanni, progettista della luce, che ha curato il sistema di illuminazione di una importante piazza del centro storico di Bologna. Seguirà dibattito con il pubblico.

15:30-16:30 Iperbole2020: dal Fascicolo del Cittadino al Cloud

Presentazione di alcuni dei progetti contenuti nell’Agenda Digitale del Comune di Bologna, con particolare riferimento al nuovo progetto di Rete Civica Iperbole2020.

  • Engeenering: Presentazione del Fascicolo del Cittadino Progetto Elisa.
  • Maurizio Gabrielli, DISI Unibo
  • Lucia Mazzoni, ASTER
  • Mauro Moruzzi, CUP2000 Spagnulo, Laboratori Guglielmo Marconi
  • Coordina Osvaldo Panaro, Direttore Settore Città Digitale e Tecnologie Informatiche del Comune di Bologna

16:30-18:00 Rassegna Smarties: piccole idee che ci cambiano la vita

10 minuti a testa per raccontare il proprio progetto di Condivisione Smart nelle città.

  • Le ALi: Cooperativa che si occupa e preoccupa di ecosostenibilità: restaura Villa Silvetta – ora diventata Cà
    Shin – secondo i principi della bioedilizia. Cà Shin è uno spazio polifunzionale pensato per grandi e bambini, è biblioteca, ludoteca, teatrOrto, palestra, bosco, giardino, ristorante.
  • Epoca: BazaaR è un innovativo framework di Mobile Integration. Non è più l’utente a dover cercare le applicazioni che gli sono utili, ma sono le applicazioni che raggiungono l’utente.
  • Kilowatt: una rete attorno a temi di comunicazione e partecipazione per valorizzare le energie sommerse che animano la vita culturale bolognese.
  • MusixMatch: la startup che gestisce il database di testi di canzoni più grande del mondo, con base a Bologna.
  • Impossibile Living: la comunità che mappa gli edifici abbandonati.
  • Bologna Colors: il movimento che promuove e diffonde valori e prodotti tipici la vivibilità, la cultura, la bellezza e la creatività di Bologna.

 

Virginio Merola, Sindaco di Bologna

Leave a Comment

Scroll to top