3 giorni di barcamp, incontri e ospiti per Bologna Smart City Reviewed by Momizat on . Anche quest'anno lo stand sarà caratterizzato come un spazio di lavoro, come fosse un coworking temporaneo della città. Grazie a ASTER, Università e Comune di B Anche quest'anno lo stand sarà caratterizzato come un spazio di lavoro, come fosse un coworking temporaneo della città. Grazie a ASTER, Università e Comune di B Rating: 0
You Are Here: Home » agendadigitalebo » 3 giorni di barcamp, incontri e ospiti per Bologna Smart City

3 giorni di barcamp, incontri e ospiti per Bologna Smart City

3 giorni di barcamp, incontri e ospiti per Bologna Smart City

Anche quest’anno lo stand sarà caratterizzato come un spazio di lavoro, come fosse un coworking temporaneo della città.
Grazie a ASTER, Università e Comune di Bologna, Bologna Smart City sarà un luogo di condivisione di idee e progetti che vedrà, tra gli altri, Alberto Cottica, Ivana Pais, Luca De Biase, Cristian Iaione, Francesco Bombardi assieme ad Assessori e docenti universitari, società civile e imprenditori, con un programma attraverso percorsi legati ai colori:

Smarties verdi: ecologia, mobilità, sostenibilità

Smarties gialli: nuovi modelli di gestione e innovazione sociale

Smarties blu: nuove intelligenze e piattaforme tecnologiche

Verso la nuova rete civica bolognese, Smart City Exhibition è dove Pubblica Amministrazione, Università, imprese, società civile e alcuni ospiti condivideranno uno spazio ma sopratutto una visione comune.

 

Ecco il programma

Scarica il programma (PDF)

16 ottobre

10.00-11.00 Piattaforma Bologna Smart City: lo stato dell’arte

Con M.Lepore, Assessore con delega alla Smart City, Comune di Bologna, C.A. Nucci, referente Smart City Università di Bologna e P.Bonaretti, Direttore  Generale di Aster

11.00-12.30 ICT e beni comuni

Key note speech di C.Iaione, Labsus, e A.Cottica
Presentazione progetti del Comune di Bologna sulle sperimentazioni tra beni comuni, rete civica, economia dello scambio, cocreazione e crowdfunding

12.30-13.30 Dati, analisi, cloud e smart city. Barcamp di progetti

A cura dell’Università di Bologna con Dipartimento di Informatica — Scienza e Ingegneria; Dipartimento di Scienze Statistiche «Paolo Fortunati»; Dipartimento di Ingegneria Civile, Chimica, Ambientale e dei Materiali; Marine Science Group del Dipartimento di Scienze Biologiche, Geologiche e Ambientali

  • JSOA: una piattaforma orientata al cloud per la Smart City
  • Un sistema web di rilevazione e analisi delle opinioni degli utenti usabile da ogni ufficio comunale
  • Smart Watertech – Sistemi Innovativi di Monitoraggio e Controllo per il Servizio Idrico Integrato
  • La scienza dei cittadini. Il coinvolgimento dei volontari nella raccolta di dati ambientali

13.30-14.30 Turismo integrato? Un barcamp con alcune soluzioni

A cura di Urban Center e Comune di Bologna. Con Steer Davies & Gleave Ltd, Monte Sole Bike Group – Fiab Bologna, CNA Bologna e paripasso.it + mapability.org

14.30 alle 15.30 “LOGISTIC CITY – Utilizzo di Urban Hubs fotovoltaici per la mobilità elettrica delle merci”

A cura di CAAB – Centro AgroAlimentare di Bologna.
Utilizzo di Urban Hub fotovoltaici per la mobilità elettrica delle merci”. Con Technovo, Ferst, Università di Bologna  (partner  tecnologici Mecaprom , Logital , Proteco e Unendo Energia)

15.30 – 16.00  Sistema di monitoraggio del traffico e controllo semaforico auto-organizzante. Il progetto COLOMBO

Dimostrazione a cura di Dipartimento di Informatica — Scienza e Ingegneria dell’Università di Bologna.

16.00-17.30 ICT, salute e prevenzione: presentazione di progetti dell’Università di Bologna

A cura dell’Università di Bologna. Con Dipartimento di Ingegneria dell’Energia Elettrica e dell’Informazione «Guglielmo Marconi», Dip di Informatica – Scienza e Ingegneria, Dipartimento di Ingegneria Industriale. Presentazione progetti:

  • FARSEEING: un’architettura ICT per monitorare, archiviare, studiare e prevenire le cadute nell’anziano
  • Mapping dell’accessibilità urbana ai disabili via sensing e crowdsourcing coinvolgendo cittadini
  • Modello organizzativo web trasparente per diffondere la prevenzione di salute e sicurezza sul lavoro

17 ottobre

10.00-13.00 Bologna città green: il punto su ambiente ed energia – Barcamp di progetti per un futuro sostenibile

A cura di Comune di Bologna, Università di Bologna e Aster.

10.20 La città green …per risparmiare energia
  • GovernEE per la diffusione dell’innovazione di progetto per le riqualificazione energetica degli edifci pubblici – Comune di Bologna
  • Efficienza energetica in edifici storici, monitoraggio wireless e prove di comfort. Due casi studio a Bologna – Dipartimento Ingegneria Civile Chimica Ambientale Università di Bologna
  • Best pratics per il risparmio energetico suggerite da un network che misura e confronta i consumi – Associazione IsolaNova
  • La partecipazione di UNIBO alla rete europea degli Atenei Sostenibili: il “laboratorio” Terracini – Dipartimento Ingegneria Civile Chimica Ambientale Università di Bologna
11.00 La città green …i tetti verdi
  • MetroVerde, la qualità del verde in città: un’analisi multiparametrica delle architetture verdi – Dipartimento di Scienze Agrarie, Università di Bologna
  • Verso la città resiliente: tetti verdi sperimentali all’Università di Bologna. Benefici ambientali e gestione sostenibile delle acque meteoriche – Dipartimento di Ingegneria Civile, Chimica, Ambientale e dei Materiali e CIRI Edilizia e Costruzioni – Fluidodinamica
  • Verso la città resiliente: tetti verdi sperimentali all’Università di Bologna.Utilizzo di specie autoctone per tetti verdi in ambiente sub-mediterraneo – Dipartimento di Scienze Agrarie, Università di Bologna
  • Tetto verde produttivo modulabile in materiale riciclato a gestione partecipata, isola e produce – Studioazue
11.40 La città green …gli orti
  • GAIA la partnership pubblico privata per la forestazione urbana. Comune di Bologna
  • Biodiversità in città: specie erbacee e/o arbustive della flora autoctona e reti ecologiche urbane Dipartimento di Scienze Agrarie, Università di Bologna
  • La città come un eco-laboratorio diffuso di agricoltura ed ecologia urbana – Giorgio Prosdocimi Gianquinto e Giovanni Bazzocchi, ResCUE-AB (Research Center in Urban Environment for Agriculture and Biodiversity), Dipartimento di Scienze Agrarie, Università di Bologna
  • Nuove aree ortive bolognesi Gramigna
  • Gli orti urbani bene comune Urban Center Bologna
  • ORTI CAAB una esperienza per la divulgazione della sostenibilità e l’educazione alimentare – CAAB – Centro AgroAlimentare di Bologna
12.40 Barcamp green…la sostenibilità
  • Presentazione di RI:KEA: un marchio che produce da scarti industriali prodotti di design seriali che ti puoi montare a casa
  • Power Challenge: consumi energetici responsabili mediante il gioco – Dipartimento di Informatica – Scienza e Ingegneria
  • Filocorto: un sito web che facilita l’acquisto di prodotti direttamente da aziende agricole locali.

14.00-15.30 Soluzioni innovative per la produzione di mezzi di trasporto pubblico urbano

Con G.Muzzarelli, Assessore alle Attività produttive della Regione Emilia-Romagna, C.Bruni, RSU Bredamenarinibus, M.Sangalli, rappresentante dello spinf off del Politecnico di Milano E-Co (Electric&Hybrid- Drive Company), G.Pede, responsabile del Laboratorio veicoli a basso impatto ambientale dell’ENEA G.Pontecorvo, Presidente esecutivo di Bredamenarinibus, A.Colombo, assessore alla Mobilità e ai trasporti del Comune di Bologna

15.30-17.00 Iperbole2020: un media civico locale, una community di innovazione sociale aperta a tutti i cittadini

Il punto tra Comune e Università di Bologna
I-City tra Bologna e Genova: una piattaforma per la cocreazione di applicazione e servizi

key note di Luca De Biase, Nova Sole24Ore e di Marco Pistore, Smart Campus

17.00-18.00 nuove piattaforme digitali: barcamp a base ICT tra innovazione sociale, sostenibilità e spazi

  • Le nuove soluzioni di HERA
  • ParticipAct: esperimento di crowdsensing su Bologna smart city x 1 anno e con 300 studenti – Dipartimento di Informatica Scienza e Ingegneria, Gruppo Mobile Middleware, Università di Bologna
  • Come integrare in modo virtuoso smart device, social network e open data: il caso Bazaar
  • L’App Parchetti aiuta chi deve gestire il proprio tempo e quello del proprio bambino.D’vel
  • Modelli statistici per la stima e il monitoraggio della dispersione urbana con land use raster – Dipartimento di Scienze Statistiche «Paolo Fortunati», Università di Bologna

18 ottobre

10.00-11.30 Smart grid per smart cities

A cura di Enel, HERA e Università di Bologna. Con M. Bondesan (Hera), Michela Milano (Univ di Bologna),  C.A. Nucci (Univ di Bologna), e di G. Valtorta (Enel).

11.30-12.30 soluzioni di comunità per la Smart City

  • Work Wide Women: un Social Network dedicato alla crescita dei talenti femminili in Italia
  • L’App per il car pooling facile e sicuro da usare nella tua community in ogni momento: Up2go
  • Farespazio.it: nasce il primo social network dedicato alle Smart Cities e Smart Communities
  • Comuni-Chiamo: il modo più semplice e innovativo di gestire la città (finchè non inventano la bacchetta magica)

12.30-13.30 Rigenerare le città: gli edifici, le reti e le piattaforme tecnologiche

A cura di ICIE – Istituto cooperativo per l’Innovazione. Con Valerio Nannini, ICIE, Flavio Bonfatti, SATA srl, Gabriele Flandoli, CPL Concordia, Roberto Saponelli, SACMI, Ludovico Danza ITC-CNR – Sandra Dei Svaldi ICIE

14:30 nuovi spazi per nuovi lavori: quale ruolo per la Pubblica Amministrazione?

Key note speech di Ivana Pais, Università “Cattolica” di Milano, e Francesco Bombardi, FabLab Reggio Emilia

15.00 Barcamp sui nuovi spazi

  • FabLab: la condivisione come modello di sviluppo. Un modo diverso di produrre e consumare MakeinBo – FabLab Bologna
  • Urban Space Activators: interfaccia adattabili intelligenti e multisensoriali tra città e cittadini Lorelei Sound Strategies (Bologna/Singapore) Notonly Architects (Bilbao, Spagna) Singapore University of Technology and Design (co- fondata con il MIT di Boston)
  • Calderara/Blocco3: da riqualificazione edilizia a creazione di un luogo di socialità e convivenza. Associazione Architetti di Strada
  • La Palazzina della Viola come Living Lab: una  struttura storica “sensorizzata” – Dipartimento di Ingegneria Civile, Chimica, Ambientale e dei Materiali e Scuola di Ingegneria e Architettura, Università di Bologna
  • Quadrilatero di San Donato: fare socialità per riqualificare insieme lo spazio pubblico sotto casa. Associazione Architetti di Strada
  • social smART Hill – i sogni son cantieri un parco pubblico dove arte e natura si fondono in un progetto condiviso che coinvolge attivamente la cittadinanza, le realtà che vivono in collina e il tessuto produttivo. Cooperativa Sociale Le Ali

Vedi l’edizione 2012

Leave a Comment

Scroll to top