Invasioni digitali Reviewed by Momizat on . Dal 20 al 28 aprile i luoghi della cultura italiana saranno "invasi" da cittadini che organizzano una serie di eventi per valorizzare il patrimonio artistico co Dal 20 al 28 aprile i luoghi della cultura italiana saranno "invasi" da cittadini che organizzano una serie di eventi per valorizzare il patrimonio artistico co Rating:
You Are Here: Home » Blog » Invasioni digitali

Invasioni digitali

Invasioni digitali

Dal 20 al 28 aprile i luoghi della cultura italiana saranno “invasi” da cittadini che organizzano una serie di eventi per valorizzare il patrimonio artistico con i social media. Ne parliamo con Valentina Caselli e Martina Uras, tra le organizzatrici delle invasioni digitali a Bologna.

Cos’è Invasioni Digitali?

Le #invasionidigitali sono una rete di eventi nazionali rivolti alla diffusione e valorizzazione del nostro patrimonio artistico-culturale, attraverso l’utilizzo di internet e dei social media.
L’accelerazione della rivoluzionedigitale – spiega il manifesto delle Invasioni Digitali- può contribuire in maniera esponenziale allo svecchiamento delle istituzioni culturali e favorire una concezione “aperta e diffusa” del patrimonio culturale. Siamo ormai da anni di fronte a un cambiamento radicale fondato, soprattutto, su quelle nuove forme di socializzazione e interazione con la domanda, grazie alle piattaforme digitali e sociali del web. Attraverso di esse, si possono incoraggiare la conoscenza e la partecipazione a livello educativo e creativo dell’utenza, aumentando e personalizzando l’appeal dell’offerta culturale, e attivare nuovi meccanismi di interazione e confronto della produzione e fruizione della proposta culturale.

 

Come si svolge a Bologna?

A Bologna, come in tutta Italia, le invasioni digitali si svolgono dal 20 al 28 aprile, e si possono trovare tutte sul sito invasionidigitali.it, sempre aggiornato.

Noi stiamo organizzando solo una delle Invasioni Digitali, il nostro evento è programmato per sabato 20 Aprile (pomeriggio) e prevede il tour di alcune torri del centro storico.
Abbiamo pensato a un tour delle torri perché rientrano in un percorso storico/simbolico non sempre conosciuto fuori da Bologna (identificata spesso solo con le due torri); infatti, il tour toccherà quelle torri che generalmente sono chiuse al pubblico, sono visitabili solo con permessi particolari o con il benestare dei proprietari, per sottolineare l’eccezionalità dell’evento ma anche per avere un ritorno dal punto di vista turistico.

invasionidigitali_ss

Quali obiettivi per il futuro?

Ci stiamo divertendo molto, insieme, a sviluppare le idee e organizzare, sarebbe bello poter considerare questa come la prima invasione digitale di una lunga serie, per promuovere il patrimonio storico, artistico e culturale di Bologna che si merita tutta la visibilità possibile (come anche il patrimonio culturale italiano, del resto). In realtà ci auguriamo vivamente che le invasioni digitali possano continuare il tutta Italia, che diventino un appuntamento fisso, perché no, mensile. In quest’ottica molte attività di cittadini propositivi e associazioni culturali potrebbero confluirvi e avere una maggiore risonanza.

Da parte nostra, collaborando per questo evento stiamo anche condividendo molte idee che speriamo possano aiutarci a porre le basi per altri progetti futuri.

 

Perché vi siete impegnate a portare questo progetto a Bologna?

Come detto, si tratta di un nuovo modo di promuovere le ricchezze del territorio, comunicarle, farle conoscere anche grazie a un’ampia visibilità mediatica basata sulla viralità. È un nuovo modo di fare turismo e comunicazione. Stiamo riscontrando con piacere la disponibilità di chi collabora con noi per la buona riuscita dell’evento offrendo un’opportunità in più a giovani che hanno voglia di impegnarsi in prima persona per supportare in un modo nuovo il nostro patrimonio artistico-culturale, nel particolare momento storico ed economico che stiamo attraversando.

L’evento che stiamo sviluppando è coinvolgente, e ci auguriamo possa spiccare per la buona organizzazione e per la qualità della comunicazione. Abbiamo riscontrato l’interesse di molti nell’organizzare l’evento e vogliamo ringraziare tutti per la disponibilità e la collaborazione.
Per qualsiasi informazione su questo evento potete contattarci tramite i riferimenti che troverete sul sito www.invasionidigitali.it, oppure direttamente ai nostri indirizzi: uras.martina@gmail.com e v.caselli@yahoo.it .

 

vcaselli murasValentina Caselli è nata e vive a Bologna, ha 31 anni e si occupa di comunicazione e organizzazione eventi.

Martina Uras è sarda, risiede a Bologna da più di 10 anni. Appassionata di social media e web marketing. Durante il giorno lavora per una multinazionale e la sera scrive sul suo blog www.duetorrienuraghi.it

 

a cura di Luca Z., staff Iperbole

Comments (1)

Leave a Comment

Scroll to top