Partecipa alla consultazione pubblica della Commissione Europa in materia di internet Reviewed by Momizat on . Fino al 12 Luglio la Commissione Europea invita a partecipare ad una consultazione pubblica nell’ambito del progetto “Internet delle cose” per Fino al 12 Luglio la Commissione Europea invita a partecipare ad una consultazione pubblica nell’ambito del progetto “Internet delle cose” per Rating:
You Are Here: Home » Blog » Partecipa alla consultazione pubblica della Commissione Europa in materia di internet

Partecipa alla consultazione pubblica della Commissione Europa in materia di internet

Fino al 12 Luglio la Commissione Europea invita a partecipare ad una consultazione pubblica nell’ambito del progetto “Internet delle cose” per raccogliere le opinioni dei cittadini, monitorare le principali esigenze in materia di internet e fornire strumenti adatti per soddisfarle.

La Commissione UE ha predisposto un questionario in inglese da compilare online per rispondere alla necessità di individuare un quadro etico e normativo avanzato, che garantisca la sicurezza dei dati e dei diritti personali. Infatti le statistiche dicono che ogni cittadino europeo possiede in media 2 apparecchi connessi alla Rete e che nel 2015 la media sarà di 7 dispositivi per cittadino, per un totale di 25 miliardi di apparecchi connessi.

In gergo, per internet delle cose si intendono oggetti che: “si rendono riconoscibili e acquisiscono intelligenza grazie al fatto di poter comunicare dati su se stessi e accedere ad informazioni aggregate da parte di altri”. In pratica oggetti che possono acquisire un ruolo attivo grazie al collegamento alla Rete (ad es. le scarpe da ginnastica trasmettono via web tempi, velocità e distanza per gareggiare in tempo reale con persone dall’altra parte del globo o i vasetti delle medicine che avvisano i familiari se si dimentica di prendere il farmaco. Fonte: Wikipedia).

In base ai risultati della consultazione online saranno poi elaborate e presentate nell’estate 2013 linee guida per definire un quadro di regole che agevoli l’informatizzazione e l’accesso al Web e tuteli i cittadini in materia di privacy e sicurezza. Come ha annunciato il commissario Ue per l’Agenda Digitale Neelie Kroes scopo del progetto è: “promuovere un’Internet delle cose che sia funzionale agli obiettivi economici e sociali dell’Unione Europea e nel contempo garantisca la sicurezza e rispetti la vita privata dei cittadini e i valori etici dell’Unione”. 

Leave a Comment

Scroll to top