TappER

TappER

TappER è un progetto del Piter, il Piano Telematico 2011-2013 della Regione Emilia-Romagna.

L’obiettivo principale è la realizzazione di un’architettura che consente agli Enti della Regione un semplice sviluppo di applicazioni mobili grazie al riuso di componenti software messi a disposizione dall’infrastruttura, e ai cittadini un accesso semplificato e in mobilità ai servizi degli Enti.
In particolare, TappER raggiunge questo obiettivo tramite un’architettura che separa le applicazioni mobili client, realizzate dagli Enti della Regione Emilia Romagna, ed i servizi di back end esposti dagli enti stessi.
TappER nasce come una piattaforma facilmente estendibile, che fornisce già dei servizi di base.

Per visionare la presentazione completa di TappER:

::TappER – presentazione (pdf)

 

img_01

Progetto

Il progetto TappER nasce per soddisfare vari “bisogni” strategici per una Pubblica amministrazione, tra cui:

  • Migliorare ed aumentare l’interazione con i cittadini
  • Utilizzare un veicolo di comunicazione innovativo per erogare servizi di e-governement
  • Comunicare con il cittadino in ogni momento e in ogni luogo
  • Offrire agli Enti del territorio una “modalità agile” per presentare i propri servizi di e-gov attraverso il canale mobile
  • Offrire agli Enti la possibilità di integrare i propri back-office per usufruire delle applicazioni offerte dalla piattaforma
  • Creare una community di collaborazione per progettare e sviluppare nuove funzionalità da rendere disponibili

Per visionare il documento di progetto integrale (in fase di elaborazione):

::TappER – il progetto (documento in lavorazione)

Linee guida

::Scarica Linee guida (PDF)

Uno dei principali output del progetto TappER sarà costituito da un set di linee guida e raccomandazioni relative agli aspetti di design e legali/giuridici che vengono più frequentemente sollevati in merito allo sviluppo di app.
Le linee guida, di prossima pubblicazione, metteranno in primo piano alcune delle fondamentali necessità da soddisfare nel contesto della realizzazione di applicazioni in uno scenario mobile.

  • Neutralità delle tecnologie, ovvero la necessità di sviluppare soluzioni non dedicate solo a specifiche piattaforme, ma al contrario facilmente integrabili nel contesto dei servizi di e-gov erogati dalle amministrazioni.
  • Inclusività, ovvero la necessità per i sistemi di essere utilizzabili in modo semplice e accessibile per tutti (compresi i cittadini disabili), non penalizzando individui con scarsa dimestichezza con le tecnologie.
  • Sostenibilità, ovvero la necessità di realizzare un modello economico che permetta per quanto possibile a tutti gli enti, grandi e piccoli, di beneficiare dei risultati del progetto, attraverso la condivisione di pratiche, strumenti e responsabilità nella gestione delle soluzioni.

Leave a Comment

Scroll to top